Gli Ingredienti: La Farina

È un po’ di tempo che mi viaggia per la mente un pensiero: zucchero, grassi, oli, farina… quanto è importante la scelta degli ingredienti giusti per la buona riuscita di una ricetta?

Questo ragionamento mi ha portata a voler introdurre una nuova sezione al mio blog, per conoscere meglio gli ingredienti in generale, così da poter ottenere il risultato ottimale per la ricetta che vogliamo andare ad eseguire partendo dalla scelta degli elementi.

L’ingrediente di oggi è: La Farina

Questo è l’ingrediente a cui darei un ruolo assolutamente fondamentale in qualsiasi ricetta (o quasi) specialmente se si tratta di ricette inerenti la pasticceria ed è per questo che desidero approfondirla come primo argomento.

Innanzitutto è importante sapere che ci sono diversi tipi di farine e che ognuna è adatta ad una diversa tipologia di prodotto. Ciò che le differenzia e caratterizza è la loro forza.

Cosa si intende per forza?

La forza determina la capacità di una farina di assorbire liquidi con conseguente formazione di glutine. Questo viene indicato con W e l’unico modo per conoscere la forza di una farina è leggere le indicazioni riportate sulla confezione.

Farina debole

Forza fino a 170 W • ha una capacità di assorbimento dei liquidi basso e crea poca maglia glutinica, è ottima per impasti che non hanno bisogno di grandi lievitazioni, infatti è l’ideale se vogliamo andare a produrre prodotti come biscotti, cialde, grissini, piccola pasticceria, crostate o pasta frolla in genere perché renderà l’impasto più friabile e non sono farine adatte alla panificazione.

Farina Media

Forza tra i 170 e i 260 W • ha una capacità di assorbimento dei liquidi media e crea una maglia glutinica adatta alla produzione di pane a lievitazione breve, pasta sfoglia, alcuni tipi di pizza.

Farina forte

Forza tra i 260 e i 350 W • ha una altissima capacità di assorbimento dei liquidi ed è eccezionale per impasti che necessitano di grandi lievitazioni e che, creando una maglia glutinica fantastica, vi darà grandi soddisfazioni nei lievitati che hanno bisogno di molti liquidi quindi: babà, brioche, panettoni, croissant, brioche, colombe, ecc. La Manitoba e la farina forte per eccellenza.

Farina Rinforzante

Questa tipologia di farina può essere utilizzata nel caso in cui avessimo in dispensa una farina troppo debole per l’impasto che abbiamo in mente. Unendo, infatti, questa farina ad una media si può andare a rinforzare la farina che abbiamo a disposizione ottenendo la forza di cui abbiamo bisogno.

Ora che sapete cosa dover/poter utilizzare per creare dei magnifici impasti, non vi resta che sperimentare!!

Buon lavoro e a presto!

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.